Zagorje

 

E’ difficile stabilire quale sia il periodo migliore dell’anno per farsi travolgere dalle bellezze e dal fascino di questa regione. Questa zona collinare, dipinta dallo scorrere di ruscellini e fiumiciattoli, vi regalerà pace e relax in ogni momento dell’anno.

 

La primavera è la stagione ideale per scovare i castelli della zona e le residenze estive dei nobili, che scelsero proprio lo Zagorje per costruire il nido dove cercare pace e serenità nelle giornate in famiglia www.trakoscan.hr. L’area vanta, infatti, una cinquantina di castelli in uno spazio relativamente piccolo, merito di ciò è la bellezza del paesaggio, che lo fece diventare, tra tanti, la meta ideale dell’antica aristocrazia della zona. Sono particolarmente spettacolari I castelli risalenti all’epoca barocca,  impiegati come rifugi in tempo di guerra, così come residenza per il tempo libero della nobiltà.

 

 

Se scegliamo di recarci nello Zagorje in inverno, verremo subito abbagliati dallo splendore dei boschi innevati, che disegneranno i contorni degli spettacolari paesini della zona, e delle suggestive baite tradizionali ( klet ).  Il Klet, direbbero gli abitanti del posto, è un’istituzione necessaria per ogni uomo dello Zagorje: se avrete fortuna, potrete sentire le possenti voci che si elevano da queste casette e non trattenetevi dal partecipare a queste intime feste private. E’, infatti, tradizione per ogni abitante dello Zagorje ospitare i viaggiatori ed invitarli a festeggiare insieme alla famiglia nel suo klet, riepirli di cibo e ristorarli. Tuttavia, ricordate che nonostante il buon vino bianco offerto, dovrete scendere da quelle colline!

 

La nostra popolosa area può vantare gli abitanti più antichi, vissuti 125 mila anni fa sulle montagne Husnjak, al centro dell’attuale Zagorje, presso la città di Krapina. Per l’importanza di questo dato il sito archeologico e il conseguente Museo www.mkn.mhz.hr che è stato inaugurato sono diventati meta irrinunciabile di studiosi e turisti da tutt’Europa.

 

Oltre all’importanza storica di quest’area, lo Zagorje offre numerose stazioni termali, le cui benefiche acque sono conosciute fin dai tenpi degli antichi Romani. Nelle immediate vicinanze si trovano le terme di Stubic,  la cui struttura, risalente all’inizio del sec.XIX, fu voluta dall’arcivescovo di Zagabria Vrhovac. E’ stata la prima struttura termale ad essere costruita nel nord della Croazia, ed è caratterizzata da diversi stili architettonici (barocco, neogotico, neoclassico) secondo il progetto dell’architetto Vesterburg. Oltre alle terme di Stubic, si possono visitare anche le terme di Krapina e Tuhelj, tra le più famose e popolari acque benefiche della Croazia.

 

E, infine, vi avvertiamo: veniteci a trovare ma non stupitevi se incontrerete l’esercito del paese armato fino ai denti, capitanato da Matija Gupec. Questa armata si prepara alla battaglia finale contro l’esercito feudale che si è combattuta nel lontano 1573, e della quale viene allestita una spettacolare ricostruzione ogni anno.  Durante tutto l’anno potrete visitare il Museo della battaglia del contado, che, oltre al farvi capire perchè il nostro Matija ha armato e condotto I contadini in guerra, vi avvicinerà allo stile di vita dei nostri contadini nel secolo XVI e nel Medioevo.